L’incedere di Dona Flor e i suoi due mariti

Attraverso alcune foto inviate su whatsapp una persona mi sta facendo conoscere questo libro di Jorge Amado e me ne sto letteralmente innamorando ad ogni nuova pagina che ricevo. Fatta questa premessa devo dire che c’è un tratto distintivo negli autori sudamericani: l’intensità

Ho letto libri della Allende, di Saramago e di Garcia Marquez oltre a Soriano: tutti hanno quella caratteristica unica dell’intensità. Resti incollato alla sedia pagina dopo pagina e pure questo libro di Amado non è da meno. Inutile dire che sarà uno dei prossimi regali che mi farò

Intanto prendendo da internet ho voluto omaggiarvi con queste citazioni da questo libro: Perché ogni creatura è divisa in due, perché bisogna sempre lacerarsi fra due amori, perché il cuore contiene in una volta sola due sentimenti opposti e contrari?

Senz’amore non posso vivere, senza il suo amore. Meglio morire con lui. Se non lo avrò vicino a me, andrò, piena di disperazione, a cercarlo in tutti gli uomini che mi si pareranno dinanzi, cercherò il sapore della sua bocca in ogni bocca; ululante, affamata lupa correrò le strade. La mia virtù è lui.

Dona Flor e i suoi due mariti

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...